Cerca
Close this search box.

Furto alla scuola Magiotti di Montevarchi. Rubati computer e materiale didattico

Furto all’istituto scolastico «Magiotti» di Montevarchi. Per cause ancora in corso di accertamento da parte del locale commissariato di polizia cui è stata sporta regolare denuncia, nel fine settimana scorso alcuni ignoti sono entrati all’interno della scuola trafugando del materiale didattico oltre ad alcuni computer solitamente utilizzati, proprio dai bambini, per le consuete lezioni giornaliere. Ad accorgersi del fatto sono stati per primi alcuni addetti ai lavori che, arrivati lunedì davanti all’istituto per poter riprendere la normale attività, si sono subito resi conti che qualcosa non andava e, dopo una rapida ispezione, hanno notato i locali messi a soqquadro da parte dei ladri che, forse perché impauriti dalla presenza di persone all’esterno dei locali, hanno frettolosamente arraffato quello che avevano davanti agli occhi e si sono successivamente dati alla fuga per non incappare in qualche spiacevole conseguenza come l’arrivo delle forze dell’ordine.

 

 

Come confermato dalla preside dell’istituto, la professoressa Laura Debolini, i danni non sono stati fortunatamente ingenti e le lezioni, già dalla mattinata stessa, hanno ripreso il loro regolare corso senza particolari disagi per gli studenti. Il «Magiotti» non è però nuovo a queste spiacevoli visite; già nel 2022, con un modus operandi simile, alcuni ignoti entrarono all’interno della scuola portando via diverso materiale mai successivamente ritrovato nonostante la denuncia immediatamente presentata. Sempre in quell’anno, guarda caso, anche l’istituto Isis Valdarno di San Giovanni balzò agli onori della cronaca per un altro furto, stavolta di ben 10 computer, del quale i dirigenti scolastici informarono la locale compagnia di Carabinieri che si misero immediatamente in moto con un sopralluogo all’interno dei locali cercando qualche potenziale traccia dei malviventi che non sortì, però, nessuno effetto. Nell’estate di quell’anno, poi, ancora a San Giovanni, un furto di un tablet all’interno di un istituto primario che provocò, però, la denuncia di quattro minorenni tutti già con piccoli precedenti penali alle spalle.

Articoli correlati