Cerca
Close this search box.

Le eccellenze dell’artigianato artistico del territorio in mostra a Firenze. Immagine del brand la vetrata policroma di Villa Masini

Le eccellenze dell’artigianato artistico aretino riunite in un brand che identifica la rete informale delle botteghe del territorio provinciale aderenti al progetto di Cna e Confartigianato “I Mestieri dell’Arte fra Tevere ed Arno”. E l’immagine scelta si ispira a una straordinaria opera conservata a Villa Masini di Montevarchi, gioiello liberty della Toscana scelto da Roberto Benigni come set di alcune scene de “La vita è bella”, la pellicola premio Oscar del comico toscano.
Nel logo è raffigurata la vetrata policroma realizzata nel 1927 dall’artista Ulisse de Matteis: una figura allegorica che richiama – con i simboli della fiamma e della ragnatela – i temi della sapienza e dell’operosità dell’artigiano-artista. Il motto dannunziano “per non dormire, per non morire” testimonia l’aspirazione all’immortalità dell’artefice dell’oggetto d’arte che trasferendo la Bellezza nelle forme dei materiali utilizzati per le sue opere la rende capace di giungere alle generazioni successive attraverso il tempo.
In questi giorni 50 imprese coinvolte nel progetto, con oltre 200 le creazioni artigiane che spazieranno dalla ceramica, al ferro battuto passando per il vetro, l’oreficeria, la scultura e la decorazione, partecipano alla Mostra Internazionale dell’Artigianato di Firenze, nella Palazzina Lorenese della Fortezza da Basso, nell’ambito dell’esposizione di artigianato artistico promossa da Confartigianato e Cna.
“Lo spazio che Firenze Fiera ci ha concesso – dichiarano i rappresentanti delle due associazioni di categoria – dimostra l’impegno ed il sostegno nei confronti di un progetto unitario che abbiamo fortemente voluto per promuovere, utilizzando un unico brand, le eccellenze dell’artigianato artistico della nostra provincia. Grazie alla sensibilità e alla preziosa collaborazione della Fiera avremo dunque la possibilità di valorizzare, in una location tra le più visitate della Regione, la produzione del nostro territorio”.

Articoli correlati