Cerca
Close this search box.

Derby del Valdarno. I numeri di una sfida infinita fatta di rivalità e di passione

Il derby del Valdarno verso…quota 100. Domani pomeriggio, con fischio d’inizio del pisano Giuseppe Vingo alle 14.30, si consumerà il 97° atto di sempre di una storia infinita, fatta di passione e tifo, di storie, personaggi e di fiera rivalità tra i due centri più popolosi del fondovalle. l’incontro fissato di mercoledì per sciagurata e mortificante decisione della Lega Dilettanti, sarà il quinto degli ultimi sei che, per intrecci di calendario, Coppa Italia compresa, si disputerà al “Brilli Peri”. In passato una sola volta la gara più attesa da rossoblù e azzurri non si era disputata di domenica. Bisogna risalire agli spareggi del 1979 in C 2 e al confronto giocato al Comunale di Arezzo. E’ in vantaggio la Sangio nel bilancio complessivo degli incontri ufficiali con 34 successi e 105 reti segnate contro i 28 successi aquilotti con 82 gol realizzati. 34, infine, i pareggi. Considerando, tuttavia, i soli derbies di campionato, 71, il consuntivo è in perfetta parità: 21 vittorie a testa e 28 pareggi. Nelle 34 occasioni in cui il match si è celebrato a Montevarchi, i padroni di casa hanno prevalso 13 volte, gli ospiti 6, a fronte di 15 divisioni della posta. E se il Marzocco, sempre in campionato, non passa al Comunale di via Gramsci dal marzo 2004 (doppietta di Stamilla), l’Aquila non centra i tre punti nel proprio stadio dal 24 febbraio 2002 e dall’1 a 0 su rigore di Luca Vigna. Su il sipario, dunque, sull’evento di maggior richiamo per lo sport di vallata.

Articoli correlati