Cerca
Close this search box.

Reggello. Le opposizioni critiche sul bilancio di previsione e sulla scelta di istituire tre nuovi dirigenti

Forti critiche delle opposizioni di Reggello dopo l’approvazione, in consiglio comunale, del bilancio di previsione per il prossimo triennio.
I consiglieri Oleg Bartolini, capogruppo di Fratelli d’Italia, Veronica Nenci, capogruppo della lista civica Nenci e Gabriele Cicogni del gruppo misto-verso la consapevolezza, lo hanno definito completamente inadeguato e poco lungimirante, oltreché pericoloso per la tenuta dei conti pubblici. E’ stato sottolineato che il sindaco Giunti e tutta la sua maggioranza hanno confermato la scelta di istituire ben tre nuovi dirigenti. “Come consiglieri di opposizione ci siamo fortemente opposti ad una scelta dannosa, inutile e finanziariamente insostenibile – ha spiegato la minoranza – Crediamo sia necessario informare i cittadini del costo di questa operazione, realizzata in sordina da parte dell’amministrazione. Attualmente i due dipendenti che verranno assunti come dirigenti costano alle casse dell’ente circa 100mila euro annuali, dal 2024 costeranno ben 200mila euro. E queste cifre non considerano il terzo dirigente che sarà il segretario generale”.

Una scelta programmatica che, in base ai conti dell’opposizione, porta ad un raddoppio di costo e che fino al 2026 “farà spendere al Comune dai 300 ai 400mila euro in più di quanto non ne avremmo spesi in assenza di dirigenti. Sono soldi che verranno tolti, alla manutenzione, ai servizi, ad una corretta gestione del personale. Quante opere pubbliche avremmo potuto realizzare con quei soldi?”, hanno chiesto i tre consiglieri comunali.

“Tra l’altro – hanno aggiunto – in un anno di discussioni, non abbiamo ancora ben capito quali sarebbero i vantaggi per l’organizzazione, stante il fatto che il nostro comune ha, praticamente, esternalizzato tutti i servizi e i dipendenti sono molto pochi. Ci chiediamo cosa e chi coordineranno i dirigenti se gran parte dei servizi sono affidati a soggetti privati”.

Per Bartolini, Nenci e Cicogni in un periodo storico come questo bisognerebbe avviare invece un serio piano di ricognizione e riorganizzazione degli uffici e attuare una revisione della spesa, tagliando spese inutili ed improduttive, per evitare di dover poi aumentare le tasse per ripianare disavanzi milionari come sta facendo la Regione Toscana. “Il comune di Reggello al contrario trova le risorse per pagare a peso d’oro 2 dirigenti. Una scelta – hanno concluso – della quale il Sindaco Giunti dovrà dare conto a tutti i cittadini!”

Articoli correlati