Cerca
Close this search box.

San Giovanni. Parte il servizio di derattizzazione e lotta alle zanzare

Nella giornata di oggi, martedì 27 giugno, e domani mercoledì 28 giugno, sono in programma gli interventi di contrasto alle zanzare e derattizzazione nel territorio comunale di San Giovanni Valdarno. Gli interventi di derattizzazione verranno fatti in tutti i plessi scolastici e nei punti esca individuati e, inoltre, i trattamenti antilarvali nelle caditoie fognarie e nei borri. Il Comune di San Giovanni Valdarno, consapevole del potenziale rischio sanitario legato alla zanzara tigre e comune, da anni si impegna in azioni di contrasto alla diffusione di questo insetto secondo le linee guida elaborate dall’Istituto superiore di sanità e, dallo scorso anno, tiene conto del “Piano di prevenzione, sorveglianza e risposta alle arbovirosi” della Regione Toscana che vieta i trattamenti adulticidi a calendario. Per un’efficace azione di contrasto, l’Amministrazione ha iniziato il trattamento mensile delle caditoie fognarie del territorio comunale e dei borri, con l’immissione di compresse nelle caditoie di vie, parcheggi, piazze ed edifici scolastici già in primavera. Questi interventi dureranno fino a ottobre. Per rendere efficaci le operazioni predisposte dal Comune, è fondamentale la fattiva collaborazione di tutti cittadini. Sarà fondamentale eliminare ogni possibile raccolta d’acqua nel proprio giardino (sottovasi, annaffiatoi, secchi, o presente in qualsiasi altro contenitore) evitare lo stoccaggio all’aperto di contenitori di qualsiasi natura dove possa raccogliersi l’acqua, provvedere, nei cortili e nei terreni scoperti, al taglio periodico dell’erba e mantenerli sgomberi da sterpaglie e rifiuti, coprire eventuali contenitori di acqua che non possono essere rimossi come vasche di cemento, bidoni e fusti per l’irrigazione degli orti, con coperchi a tenuta, teli di plastica o reti zanzariere e trattare i tombini privati con il larvicida specifico. Nei cimiteri il consiglio è quello di riempire i vasi portafiori esterni con sabbia e di utilizzare fiori finti. In alternativa, l’acqua del vaso deve essere trattata con larvicida specifico ad ogni ricambio. Inoltre, tutti i contenitori usati saltuariamente (secchi, annaffiatoi, taniche ecc..) devono essere capovolti, in modo da evitare la raccolta dell’acqua in caso di pioggia. Inoltre, è necessario ispezionare e pulire periodicamente grondaie, condutture, caditoie e tombini presenti in giardini e cortili, evitando, in questo modo, il ristagno d’acqua.

Articoli correlati