Cerca
Close this search box.

Festa annuale dei donatori di sangue Fratres a Castelfranco di Sopra

di Franco Giunti

La donazione del sangue, oltre ad essere un gesto rilevante dal punto di vista sanitario, è un atto d’amore verso chi manca di qualcosa d’importante. Infatti ogni giorno migliaia di persone in Italia sopravvivono grazie alle donazioni. Lo ha detto il parroco don Domenico Maria Grandi ieri domenica 10 novembre all’omelia della Santa Messa delle 11, in occasione della Festa dei Donatori di Sangue Fratres, giunta quest’anno alla 19/a edizione. Anch’io, ha ricordato il sacerdote, quando sono stato sottoposto ad intervento chirurgico ho avuto bisogno di alcune trasfusioni. Rivolgendosi ai donatori di Castelfranco di Sopra e ai rappresentanti delle numerose Associazioni Fratres provenienti da tutta la provincia, don Domenico ha concluso dicendo che le donazioni sono importanti dal punto di vista sanitario, ma tantissimo dal punto di vista umano, per creare quel senso di familiarità indispensabile all’uomo per vivere bene in questo mondo.


Alla cerimonia ha partecipato anche il sindaco del Comune Castelfranco Piandiscò, Enzo Cacioli. La Festa è poi proseguita al Circolo Arci per il consueto pranzo sociale nel corso del quale il presidente dei Fratres locali, Fernando Bigazzi, ha resa nota l’ attività svolta quest’anno. Fra i dati più significativi, quindici nuovi donatori, grazie ad un gruppo di giovani entrati di recente a far parte dell’Associazione. Infine sono stati premiati i nuovi donatori con degli attestati e quelli che hanno raggiunto 25, 50 e 75 donazioni con delle medaglie.

Articoli correlati