Cerca
Close this search box.

Lezioni al freddo per gli studenti dell’Isis Valdarno all’ex convento delle Stimmatine. Stamani sciopero

Riproduci video

Ancora sciopero per gli studenti del Marconi di San Giovanni. I ragazzi hanno deciso di manifestare questa mattina per i problemi cronici al riscaldamento nei locali delle Suore Stimmatine. L’appuntamento era fissato per le 8 in piazza Cavour, dove sono confluiti gli alunni dell’istituto professionale che seguono le lezioni nelle sedi del centro pastorale Guido Guerra, della parrocchia del Bani e di via San Lorenzo. Successivamente si sono uniti gli studenti dei plessi Ferraris e Severi in segno di solidarietà. Una mobilitazione generale di tutto l’Isis Valdarno, per segnalare che il problema, nonostante i numerosi interventi, non è stato ancora risolto. Giovedì la provincia ha inviato un tecnico sul posto, ma la situazione è rimasta invariata. Ieri mattina la temperatura nelle aule era di circa 7 gradi e il tecnico ha informato la scuola che allo stato attuale non è possibile anticipare l’orario di accensione dei termosifoni perché il rifornimento di gas si sta esaurendo.

I ragazzi scesi in piazza tengono però a precisare che la finalità dello sciopero non è quella di chiedere un rientro al Marconi, perché non sono ancora soddisfatti dei lavori svolti dall’ente provinciale, in primis dell’installazione delle reti contenitive sul soffitto.E altri puntualizzano che nelle aule del Marconi dell’indirizzo moda, ad esempio, il riscaldamento non funzionava comunque. I rappresentanti d’istituto hanno invece sottolineato che l’unico scopo della manifestazione è quello di sollecitare ancora una volta gli enti preposti a garantire nei locali di studio una temperatura adeguata che oscilli tra i 18 e i 22 gradi, come previsto dalle normative di riferimento. Nel frattempo questa mattina, proprio mentre i ragazzi stavano scioperando, si è tenuto un sopralluogo del sirigente scolastico Roberto Santi e della vice preside Lucia Bellacci nei locali di via San Lorenzo.

Ai nostri microfoni due studenti presenti stamani in piazza, Viola Benucci e Rijul Della Bella.

Articoli correlati