Cerca
Close this search box.

“Botteghe in Vetrina”. Il progetto regionale che vede protagonista Confcommercio “sbarca” a Montevarchi

Riproduci video

Ha fatto tappa ieri a Montevarchi il progetto “Botteghe in vetrina“, nato su iniziativa della Confcommercio e della Regione Toscana. Obiettivo, mettere a disposizione della piccola rete distributiva tradizionale la grammatica dell’innovazione tecnologica per aiutarla a stare al passo con i tempi. Le telecamere della Fondazione Sistema Toscana hanno girato un video sulla storia e sulle peculiarità di un negozio della città, Arnetoli, selezionato tra gli oltre 50 in tutto il Granducato che hanno partecipato al percorso formativo per imparare a presidiare come si deve web e social. Botteghe in Vetrina, ideato nell’ambito di Vetrina Toscana, è il progetto di Regione Toscana e Unioncamere che promuove il turismo enogastronomico e la valorizzazione delle produzioni agroalimentari tipiche a filiera corta.

“Chi è fuori dai circuiti dei social oggi rischia di restare isolato e di perdere opportunità per farsi conoscere, trovare nuovi clienti e restare in contatto con quelli abituali. Invece la multicanalità aiuta a mantenere accese le luci delle vetrine su strade e piazze”, ha commentato il direttore di Confcommerio Toscana Franco Marinoni. Soddisfatta anche la delegazione montevarchina dell’associazione di categoria. “Questa iniziativa – ha detto Federica Vannelli – è l’esempio di come gli esercizi di vicinato possano sposare la tradizione con la transizione digitale senza snaturarsi. Speriamo che serva da stimolo per altri imprenditori che ancora devono affrontare questo passo. La nostra associazione di categoria è impegnata a fare in modo che nessuno resti indietro perché sostenere le piccole botteghe è salvare parte della nostra identità e del tessuto connettivo che tiene insieme le nostre città, oltre ad essere un vantaggio per la filiera agroalimentare e i tanti piccoli produttori che forse nella grande distribuzione non troverebbero spazio”.

IN ALTO LE DICHIARAZIONI DI DANIELA MUGNAI DI VETRINA TOSCANA E DI FEDERICA VANNELLI PER CONFCOMMERCIO

Articoli correlati