Cerca
Close this search box.

L’imprenditore Emiliano Taranghelli candidato alle elezioni di Bucine con la lista “Sviluppo Comune”

Emiliano Taranghelli, imprenditore valdarnese, a capo di un’importante azienda del territorio, sarà candidato sindaco  alle prossime elezioni amministrative di Bucine. Concorrerà con la lista civica “Sviluppo Comune”, di cui sarà capofila. “Abbiamo scelto questo slogan perché amalgama la nostra intenzione di lavorare positivamente per lo sviluppo della comunità di Bucine”, ha detto Taranghelli, che ha poi spiegato i motivi della sua scesa in campo: “Ho vissuto la mia infanzia a Levane e all’età di otto anni mi sono trasferito in località Perelli, Bucine, dove vivo attualmente insieme alla mia famiglia. Tutta la vita personale, eccetto delle brevi parentesi – ha aggiunto – si è svolta nel nostro bellissimo comune, in cui sono cresciuto con i valori che mi hanno trasmesso i miei genitori. Dopo una serie di sollecitazioni e manifestazioni di stima, ho scelto di avventurarmi in questa esperienza. Porto con me un grande entusiasmo perché sento di poter contribuire a fare qualcosa di significativo per il nostro territorio, unendo le esperienze che ho avuto come imprenditore a quelle di ascolto verso le esigenze che vengono dai cittadini, dalle imprese e dalle associazioni. Quando si sceglie di dedicarsi alla politica, lo si fa solo per amore del proprio territorio e per condividerlo con la comunità: dunque, per uno Sviluppo Comune”.

 

 

Emiliano Taranghelli è un imprenditore affermato a livello internazionale: l’azienda T&T Sistemi, con Taranghelli alla guida, si è espansa con sedi in Brasile, Cile, Spagna, Algeria, Iraq e Giappone. “Con la vita professionale ho avuto modo di girare molto sia in Italia che all’estero, ma ho sempre sentito il desiderio di ritornare a Bucine, d’altronde il richiamo delle radici rimane sempre nell’anima. Il gruppo T&T Sistemi conta oggi circa 200 persone e proprio recentemente abbiamo acquisito due commesse importantissime: una in Italia per la realizzazione della nuova sala di controllo con i sistemi ed il software per la gestione delle linee 1, 2 e 3 della metropolitana di Milano; e una in Cile, dove sarà realizzato il telescopio più grande al mondo per il quale tutta la parte elettrica, il software di controllo e gli automatismi saranno progettati e realizzati nella sede di Levane.  E’ stato anche a capo di Confindustria Valdarno.

La filosofia dell’azienda è di valutare sempre le novità e considerarle come opportunità positive. Questa filosofia accompagnerà anche le persone della lista civica di Taranghelli, “Sviluppo Comune”. “Per potenziare le idee che ho in mente ci saranno persone positive e propositive, con estrema voglia di lavorare per il territorio – ha sottolineato il neo candidato – Non ci faremo collocare a livello politico, bensì proporremo le nostre proposte e saranno i cittadini a decidere se accettarle o meno. Vorrei portare lo sviluppo su due binari: uno legato a quello economico per la creazione di ricchezza nel territorio, anche valorizzando il turismo; l’altro, volto al benessere delle persone che popolano il nostro territorio, da Ambra a Bucine, Badia Agnano, Badia a Roti, Capannole, Cennina, Duddova, Levane, Mercatale, Montebenichi, Pietraviva, Pogi, Rapale, San Leonino e San Pancrazio. Il punto di forza vorrei legarlo al sociale riferito alla terza età, ai giovani e soprattutto voglio creare una forte sinergia con il terzo settore, ovvero le associazioni. Tutta questa premessa – ha concluso – per sottolineare che sono orgoglioso del gruppo di collaboratori che tutti i giorni contribuiscono ai risultati aziendali – ai quali lascio la completa gestione – ed è da questo punto di svolta che mi dedicherò completamente e con piena convinzione a questa magnifica esperienza con la quale propongo la mia candidatura a Sindaco, per dare una vera svolta allo sviluppo del nostro territorio comune”.

 

Articoli correlati