Cerca
Close this search box.

Montevarchi in caduta libera. Vince la Sangiovannese. Pareggio preziosissimo del Figline a Livorno

Perde nel finale il Montevarchi, sconfitto 3-1 sul campo del San Donato Tavarnelle. L’undici di Simone Calori ha giocato l’intero secondo tempo in 10 uomini per l’espulsione di Stefoni. Una ripresa nella quale la formazione rossoblù ha rischiato poco, ma proprio nel finale è arrivata la beffa. Nella prima frazione di gara poco Montevarchi, con i padroni di casa che passano in vantaggio al 12′ con Bellini. Conclusione di Neri lanciato verso la porta, respinge Spurio e sulla ribattuta il numero dieci gialloblù mette la palla in rete. Il San Donato, nel finale, sbaglia un goal già fatto e la famosa regola chi sbaglia paga viene applicata regolarmente. Barbera al 45′ con un tiro vincente porta infatti l’Aquila sul pari. Ad inizio ripresa tegola per l’Aquila con l’espulsione di Stefoni. Montevarchi costretto a giocare in dieci per l’intero secondo tempo. Ma nonostante ciò la squadra di Calori ha tenuto bene il campo, rischiando solo quando Muscas ha salvato sulla linea su tiro di Neri. Proprio quando il pareggio sembrava cosa fatta, al 45′ il goal vittoria di Papalini, bravo ad aggirare Artini e a mettere alle spalle di Spurio. Barazzetta in pieno recupero centra il tris e per la formazione di Calori è la terza sconfitta consecutiva.

Vittoria importantissima della Sangiovannese che batte con il minimo punteggio il Cenaia al termine di una partita nella quale la squadra è apparsa in alcuni frangenti contratta, ma il successo non fa una grinza e sarebbe potuto essere anche più ampio come punteggio. Marzocco in vantaggio dopo soli cinque minuti. Lancio per Regolanti che con un sinistro di controbalzo mette la palla in fondo al sacco. Al 10′ Simonti va vicino al raddoppio, ma le emozioni si contano con il contagocce con gli azzurri che controllano agevolmente la gara, pur mostrando titubanza e paura derivata dalla difficile situazione di classifica, ma il Cenaia non crea comunque pericoli. Nella ripresa però gli uomini di Iacobelli iniziano meglio e dopo un gran tiro di Macchia deviato da Barberini al 2′, al 10′ viene annullato un goal a Sanyang per fuorigioco. Al 25′ azzurri vicino al raddoppio con una punizione di Sacchini che colpisce la traversa. La formazione di Rigucci gestisce senza problemi il vantaggio e avrebbe anche l’opportunità, in qualche circostanza, di raddoppiare. Ma si porta a casa tre punti importantissimi che regalano il primo successo al neo allenatore della Sangiovannese.

Grazie a un calcio di rigore segnato al 90′ da Torrini il Figline conquista un punto importantissimo e insperato, per come si era messa la partita, all’Armando Picchi con il Livorno, gara giocata di fronte a 2.500 spettatori. Parte bene il Figline e dopo due minuti gran tiro di Caggianese che costringe Albieri ad una splendida parata. Replica degli amaranto al 4′ con un colpo di testa di Cesarini e palo pieno. Al 15′ i padroni di casa passano in vantaggio. Nardi batte a rete, devia un difensore e si avventa sulla sfera Luis Henrique che non sbaglia. Nel finale di tempo Livorno vicino al raddoppio con un colpo di testa di Cesarini e miracolo di Pagnini. Ma proprio nel finale il direttore di gara assegna un penalty al Figline ravvisando una trattenuta in area da parte di Ronchi che viene anche espulso. Dal dischetto Torrini non sbaglia e consente ai gialloblu di portare a casa un pareggio preziosissimo.

Articoli correlati