Cerca
Close this search box.

Un modello virtuale per il Convento di Montecarlo a San Giovanni

Creazione di un modello digitale del convento di Montecarlo a San Giovanni. Questo lo scopo di una importante iniziativa che si terrà nei mesi prossimi nello storico complesso che domina la città, recentemente acquisito dalla Fondazione Be.St. In accordo con l’azienda Deskmates Architects di Roma saranno organizzate una serie di giornate di studio. Previsti rilievi tecnici e strutturali tramite strumentazione laser e digitalizzazione degli ambienti esterni ed interni con esercitazioni pratiche. L’iniziativa è gratuita e garantisce un’esperienza formativa pubblica destinata soprattutto a tecnici del settore ingegneristico strutturale e informatico e a studenti di licei ed istituti tecnici, finalizzata alla creazione di modelli virtuali della struttura conventuale. La Deskmates Architects è un laboratorio di professionisti che si occupa di conservazione, valorizzazione e restauro del patrimonio architettonico storico. Il complesso, recentemente, è stato acquistato dalla Fondazione Be.St, organizzazione no profit costituita con finalità solidaristiche e di utilità sociale che non ha snaturato la funzione originaria – religiosa, sociale, culturale – di un luogo al quale i sangiovannesi sono profondamente e affettivamente legati. La mission è chiara: mettere a frutto con l’operosità tutto ciò che Montecarlo offre come sviluppo economico, creando anche nuove opportunità per tenerlo in vita. Riuscire a creare qualcosa che dia un reddito, mantenendo l’ideale francescano. Non sarà un condominio o un co-housing dove si condividono solo i servizi comuni, ma un punto di riferimento per l’ospitalità, aperto al contributo di ciascuno. L’obiettivo è infatti quello di dar vita ad una comunità eterogenea e senza etichette ideologiche o di fede, anzi potrebbero dialogarvi credenti di confessioni diverse

Articoli correlati