Cerca
Close this search box.

A San Giovanni si apre il sipario sul Phoenix Fest

Conto alla rovescia per il Phoenix Fest a San Giovanni Valdarno che inizierà domani con i workshop e i laboratori e culminerà con i concerti in piazza Masaccio di venerdì 30 giugno e sabato 1° luglio. Fra i protagonisti il cantautore grossetano Lucio Corsi, una delle più interessanti personalità musicali della sua generazione e il rapper fiorentino Shama24k.
Il festival di musica contemporanea rock, pop e rap è organizzato dal Comune insieme a  Ferramenta Dischi, operatore economico al quale è stata affidata la realizzazione artistica e tecnica dell’evento, con la collaborazione dell’Associazione Pro Loco San Giovanni.  Il progetto è risultato assegnatario del contributo di circa 12.000 del Consiglio regionale della Toscana e di 6.000 dal Comune di San Giovanni Valdarno grazie ad un contributo legato ad iniziative di promozione sociale, culturale e di aggregazione rivolte alle nuove generazioni. Il festival è nato a seguito di un percorso di partecipazione e di ascolto che ha coinvolto le scuole del territorio, le associazioni giovanili e gli appartenenti alla cosiddetta “generazione Z” che aveva fatto emergere il desiderio di avere uno spazio e un momento musicale in cui riconoscersi.
“Un progetto nato dai giovani e per i giovani – ha detto il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo – un evento che li rende protagonisti attivi. Quando pensammo con tutto il Consiglio a come destinare l’avanzo di amministrazione, quello derivante dai risparmi sui costi della politica, decidemmo di rivolgerci ai ragazzi. Tante sono state le iniziative ma questa è una di quelle che ci ha più colpito perché permette di fare animazione e socialità, coinvolge e scuote le coscienze”.
“Un contesto importante per dare voce e spazio alla creatività giovanile locale e toscana – hanno dichiarato il sindaco di San Giovanni Valdarno Valentina Vadi e l’assessore alla cultura Fabio Franchi – Un’occasione importante, per il nostro Comune, di vivacizzare il centro storico, che da sempre in estate è tra i palcoscenici principali di eventi e cultura. Ringraziamo il Consiglio regionale per la sensibilità dimostrata e per l’attenzione verso interventi per i giovani e la creatività anche a seguito del freno che tali iniziative hanno subito a causa del periodo di pandemia. I ragazzi e le ragazze sono infatti tra le fasce di popolazione che hanno sofferto in modo più duro gli effetti negativi del Covid e dei vari lockdown. Il progetto è frutto di un processo partecipato, che ha coinvolto gli studenti delle scuole e i gruppi di giovani per individuare proposte culturali e musicali che meglio li rappresentassero e siamo davvero felici e orgogliosi della risposta che abbiamo ottenuto. Non sarà solo musica, ma anche laboratori, workshop, animazione e momenti di socialità e creatività”.
“Phoenix Fest – commenta Francesco Mugnai, di Ferramenta Dischi, direttore artistico insieme a Lorenzo Bonechi – non vuole essere solo un evento ma un percorso partecipativo volto a coinvolgere i giovani e portando sul palco realtà musicali della scena contemporanea rock e pop della regione. Il progetto del Phoenix Fest ha come scopo quello di promuovere e diffondere la musica contemporanea pop e rock, mettendo in contatto artisti di rilievo nazionale con la scena musicale locale. La mission principale è quella di dare la possibilità ai giovani artisti di entrare in contatto con le realtà professionali del mondo della musica e della cultura in generale così da dotare i ragazzi e le ragazze degli strumenti necessari per la diffusione, la promozione e la realizzazione del loro progetto artistico e musicale”
Nella settimana dedicata alla festa della Musica, domani e giovedì, dalle 9 alle ore 19 si svolgeranno vari workshop sui temi della discografia, della produzione musicale, organizzazione eventi e della serigrafia all’interno della sede di Ferramenta Dischi in via Alberti 7 a San Giovanni Valdarno. Le due giornate saranno ad ingresso gratuito con orario 9-13 e 15-19 e per iscriversi occorre prenotarsi a questo link.
Venerdi 30 giugno protagonista in piazza Masaccio sarà Lucio Corsi, artista che mescola il cantautorato, al folk pop e al glam rock in un sound figlio di interessi ed influenze musicali estremamente diverse. Sullo stesso palco saliranno poi i Flame Parade e i Tob.
Sabato 1° luglio si esibiranno Lango & Klaudio vvs e il duo punk rock Social Tedio + Vanz per poi lasciare spazio al rapper fiorentino Shama24K.

Articoli correlati